Contenuto Principale
Fimaa: locazioni, rivedere imposte e contratti Stampa E-mail
Scritto da Mariano Rotondo   
Sabato 24 Ottobre 2015 16:28

 

«L’elevata pressione fiscale sulle imprese e sulle famiglie continua a costituire una zavorra pesantissima per la ripresa economica. Occorre ridare alla casa il ruolo che da sempre ha per le famiglie italiane pensando anche alle imprese ed agli immobili ad esse strumentali. Il nostro auspicio è pervenire ad un riesame della tassazione sulle locazioni, alla chiara definizione delle imposizioni sui terreni edificabili basata su valori di mercato effettivi (e non presunti) ed alla ottimizzazione dei benefici fiscali legati alla ristrutturazione degli immobili anche riducendo i tempi di ammortamento». Lo ha sostenuto la Fimaa - Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, (Agenti Immobiliari, Mediatori Creditizi, Mediatori Merceologici e Agenti in Attività Finanziaria) aderente a Confcommercio -  in audizione alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati, presieduta da Maurizio Bernardo. Sul tema delle locazioni, ha affermato il presidente nazionale Santino Taverna «è necessario rivedere la vigente normativa sia in termini di tassazione che di durata dei contratti. Gli immobili concessi in locazione rappresentano un volano per lo sviluppo dell’economia in generale e del settore immobiliare in particolare. In materia di cedolare secca sarebbe importante equiparare, in termini di vantaggi e di applicabilità, le imprese ai privati, rendendo appetibili gli investimenti nel comparto anche da parte degli investitori istituzionali. In Italia solo il 33% delle seconde case sono destinate all’uso per vacanza da parte dei proprietari o comunque per uso turistico. Il rimanente 67% di seconde case sono comunque locate ad uso abitativo residenziale. La legge 431/98 (riforma delle locazioni) oggi non risponde più alle mutate esigenze del mercato sia in termini di durata contrattuale che per tipologia di contratti». Per la riforma del Catasto, Fimaa auspica che «anche i rappresentanti della categoria degli Agenti immobiliari siano coinvolti nelle sedi istituzionali per contribuire ai processi evolutivi della normativa, all’interno delle Commissioni preposte. Occorre evitare il rischio che per avviare un sistema catastale più equo, trasparente e semplificato, si finisca per generare ulteriori oneri per i cittadini, per le imprese, gli esercizi commerciali e gli artigiani (immobili strumentali alle loro attività) con sistemi di calcolo incongruenti con la realtà».

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Ottobre 2015 11:47
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

TG 1000 Vani

Visualizza più grande

MILLEVANI.it Napoli - Sfogliabile

MILLEVANI.it Salerno - Sfogliabile

Millevani.it

Ultimi annunci da MilleVani - Cerca case ed appartamenti a Salerno, Napoli e provincia
Vendita case, ville ed appartamenti in provincia di Salerno e Napoli

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Seguici su Facebook

Meteo