Contenuto Principale
LEASING IMMOBILIARE, TUTTE LE PROCEDURE Stampa E-mail
Scritto da Roberto Esse   
Lunedì 20 Giugno 2016 00:00

Il leasing immobiliare è la nuova frontiera per i giovani in cerca di casa.

 

 

Anche i maggiori istituti di credito si stanno rimboccando le maniche per venire incontro a quanti manifestano questa nuova esigenza. Sono soprattutto i giovani ad approcciare a questo nuovo tipo di mercato, sicuramente più dinamico rispetto al passato e che consente di coronare, con un giro diverso da quello tradizionale, il proprio sogno immobiliare. Secondo quanto previsto dalla Legge di stabilità 2016, occorre avere un reddito annuo inferiore ai 55 mila euro l’anno.Secondo le stime effettuate dal Dipartimento delle Finanze il numero dei possibili beneficiari con un reddito massimo di 55.000 euro, uno dei requisiti richiesti per l’applicazione dei benefici fiscali, è di oltre un milione di contribuenti: 200.000 i giovani tra i 25 ed i 34 anni che fruirebbero al 100% delle agevolazioni fiscali e oltre 830.000 i contribuenti con età superiore a 35 anni, per i quali i limiti di detraibilità si applicherebbero al 50%.
Rispetto al mutuo, con la formula del leasing immobiliare viene messo a disposizione del richiedente l’immobile, che potrà poi essere riscattato o meno al termine del periodo concordato. Insomma la stessa procedura da sempre utilizzata per le automobili.

L’immobile sarà così privo di ipoteca in quanto direttamente di proprietà della banca ma non passa all’utilizzatore dopo il pagamento dell’ultimo canone. Il passaggio di proprietà avviene solo se l’utilizzatore intende avvalersi della sua facoltà di acquisto e se viene pagato il prezzo di riscatto (deve essere stipulato un vero e proprio contratto finale di compravendita con il quale il concedente trasferisce la proprietà del bene all’utilizzatore).

Uno sguardo alle rate. Di solito si prevede una maxirata una tantum alla stipula del contratto. Poi si passa al canone periodico con dilazioni varianti a seconda del caso e dell’immobile trattato, di solito si utilizza la rata mensile. Il tutto si conclude con il “riscatto” ovvero il pagamento del prezzo predeterminato per l’eventuale acquisto del bene alla scadenza del contratto.

Basta fare un giro sul web per trovare le filiali della banca attiva sui vari territori dove è possibile accedere a questa opportunità. L’Istituto di credito acquista l’immobile e l'utilizzatore pagherà un “canone periodico”: alla fine potrà riscattare la casa. Grande vantaggio è rappresentato dalla detraibilità fiscale del leasing immobiliare. Per gli over 35 con redditi sotto i 55 mila euro i canoni sono detraibili ai fini Irpef nella misura del 19% fino a 4mila euro l’anno e il riscatto finale fino a 10mila euro. Ancora maggiore il vantaggio per gli under 35 con redditi sotto i 55 mila euro: gli importi raggiungono gli 8 mila euro per i canoni e 20 mila euro per il costo di acquisto a fronte dell'esercizio dell'opzione finale. L'importo minimo erogabile ammonta a 50 mila euro e potrà avere piani di rimborso che variano dai 10 ai 30 anni. L'anticipo minimo richiesto al cliente (maxi-rata iniziale) equivarrà al 20% del valore d'acquisto dell'immobile.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Giugno 2016 09:23
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

TG 1000 Vani

Visualizza più grande

MILLEVANI.it Napoli - Sfogliabile

MILLEVANI.it Salerno - Sfogliabile

Millevani.it

Ultimi annunci da MilleVani - Cerca case ed appartamenti a Salerno, Napoli e provincia
Vendita case, ville ed appartamenti in provincia di Salerno e Napoli

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Seguici su Facebook

Meteo