Contenuto Principale
MUTUI, IN ALTO OTTIMISMO ED EROGAZIONI Stampa E-mail
Scritto da Roberto Esse   
Domenica 26 Giugno 2016 20:25

 

 

 

Casseforti aperte nelle banche. Continuano a crescere l’erogazione dei mutui per comprare casa. Un’altra soglia psicologica importante arriva dopo il fatidico 15 giugno, superata questa data, gli italiani si sono resi conto che i soldi dell’odiata Tasi sono rimasti per davvero nelle loro tasche. Ormai questa tassa è uno spauracchio soltanto per chi di appartamenti o ville ne ha più di uno. Ad aiutare le famiglie italiane presto arriverà anche il Governo, secondo quando affermato dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Il titolare del dicastero diffonde ottimismo soprattutto per ulteriori interventi in favore delle famiglie in difficoltà. Dai fondi prima casa per le giovani coppie, alle misure di solidarietà per l’interruzione delle rate di mutuo, fino a arrivare al plafond casa.

Un periodo di maggiore tranquillità, lo si evince anche dalle notizie che arrivano dal fronte  della “solidarietà”. Ovvero da quegli strumenti che permettono di sospendere per un tempo determinato il pagamento delle rate del mutuo, in caso si verifichino situazioni di temporanea difficoltà economica. Le richieste accolte dal fondo di solidarietà del Tesoro sono state 35mila. Invece quelle accolte dal quello di garanzia dei mutui della prima casa, al 30 maggio, hanno raggiunto un controvalore di 860 milioni di euro. Tutti numeri che danno la reale percezione di quanto sta migliorando il Paese.

Il fondo fu istituito la prima volta nel febbraio 2011 dal governo Berlusconi e poi finanziato da Monti e Letta, ma per oltre due anni e mezzo rimase quasi inutilizzato in quanto ritenuto troppo vantaggioso per i clienti. Un fattore poco conveniente per la lobby delle banche. Ma ora gli istituti non ci rimettono più se erogano il mutuo con la garanzia dello Stato, perché i prestiti sono concessi al tasso di mercato e non più a un tasso agevolato.

A spingere avanti i motori sono stati sicuramente prezzi delle case che continuano a scendere (dal 2010 sono crollati del 13,9) e i tassi di interesse sui mutui ai minimi storici che hanno fatto registrare un boom di accensioni. Secondo i dati di Banca d’Italia, lo scorso anno si è passati da 31,8 miliardi a 62,1 miliardi di euro. Ma dal 2015 a marzo 2016, le sole operazioni di surroga hanno riguardato mutui per circa 26 miliardi, più di un terzo del valore dei prestiti erogati nel triennio 2012-2014.

Il ritorno verso la normalità sta infiammando questo 2016. Nei primi mesi dell’anno ha preso corpo anche la suggestiva ipotesi leasing anche questa finanziabile dagli istituti di credito. Un modo interessante per coronare il proprio sogno immobiliare, al passo con i tempi. Del quale è opportuno valutare i pro e i contro.

Il grande vantaggio è rappresentato dalla detraibilità fiscale. Per gli over 35 con redditi sotto i 55 mila euro detrazione Irpef del 19% fino a 4mila euro l’anno e il riscatto finale fino a 10mila euro. Ancora maggiore il vantaggio per gli under 35 con redditi sotto i 55 mila euro: gli importi raggiungono gli 8 mila euro per i canoni e 20 mila euro per il costo di acquisto a fronte dell'esercizio dell'opzione finale.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

TG 1000 Vani

Visualizza più grande

MILLEVANI.it Napoli - Sfogliabile

MILLEVANI.it Salerno - Sfogliabile

Millevani.it

Ultimi annunci da MilleVani - Cerca case ed appartamenti a Salerno, Napoli e provincia
Vendita case, ville ed appartamenti in provincia di Salerno e Napoli

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Seguici su Facebook

Meteo